07/12/2008 – Gazebo a Sotto il Monte

Volantino gazebo 07/12/2008

Volantino gazebo 07/12/2008

Volantino distribuito al gazebo Sotto il Monte 07/12/2008.

Volantino al gazebo 07/12/2008.

GAZEBO A SOTTO IL MONTE

Domenica 07 dicembre il circolo del Partito Democratico sarà al mercato di Sotto il Monte per avvisare delle novità del decreto anticrisi del governo in particolare informando sulle brutte novità volute da Tremonti in tema di detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici per gli anni 2008, 2009 e 2010. Possibilità inoltre, presso il gazebo, di tesserarsi per l’anno 2008-2009 a tutti i cittadini di età superiore ai 16 anni.

Risparmio energetico e fonti rinnovabili salviamo le detrazioni 55%

Incentivi che sfumano. Sono quelli per il risparmio energetico nell’edilizia, usati già da 230.000 famiglie – 50.000 nella sola Lombardia! – che, certe del bonus fiscale per gli interventi nell’eco-edilizia, hanno sostituito caldaie con modelli più efficienti, hanno cambiato gli infissi, hanno scelto il solare termico, hanno ristrutturato la propria abitazione con criteri per migliorare l’efficienza energetica.

Interventi economicamente importanti per le famiglie – una spesa media pari a 15.000 euro per singolo intervento – che a causa del provvedimento del Governo rischiano di pesare ulteriormente su economie già provate dalla crisi.

Lo sgravio fiscale del 55%, introdotto dal Governo Prodi, è stata una misura che ha ottenuto degli effetti ingenti e importanti. Una scelta politica che ha messo in moto un volano di affari superiore ai 3 miliardi di euro e ha permesso di ripagare lo sgravio fiscale previsto, attraverso l’emersione del sommerso e l’attivazione di una nuova economia. Un’economia legata all’edilizia di qualità e al rilancio del sistema delle piccole e medie imprese.

Queste misure, inoltre, consentono alle nostre famiglie di risparmiare anche una notevole quantità di risorse. Tra una casa ben costruita, che utilizza le migliori apparecchiature per l’illuminazione e gli elettrodomestici, e una casa costruita male, vi è una differenza di spesa annua di circa mille euro a famiglia.

Questi comportamenti virtuosi saranno vanificati dalla norma del “decreto legge anticrisi” che rende più difficile l’accesso agli sgravi fiscali del 55% sugli interventi di riqualificazione energetica: risorse disponibili pari ad appena 80 milioni di euro, bazzecole, di cui saranno in pochissimi a beneficiarne!

E’ un provvedimento-truffa nei confronti delle famiglie e delle imprese, un furto ai danni di quanti avevano investito in interventi che hanno il merito di sviluppare concretamente le energie alternative nel nostro Paese, in Lombardia e in provincia di Bergamo.

Il taglio alle detrazioni del 55% per gli interventi edilizi a favore dell’efficienza energetica e sull’impiego delle fonti rinnovabili rappresenta un errore enorme che può provocare danni devastanti. Questo provvedimento è stato partorito da una destra decisamente arretrata, che rischia non solo di far fare al nostro Paese un micidiale passo indietro nella sfida ambientale, ma soprattutto frena il rilancio dell’economia e dell’occupazione. Migliaia di piccole e medie imprese nell’edilizia e nell’artigianato, molti produttori di materiali e apparecchiature si sono attivati per un mercato che si stava aprendo; così si mettono a rischio decine di migliaia di posti di lavoro. Ridurre la detrazione significa frenare uno dei pochi settori che si muove verso il futuro: una maniera decisamente strana per affrontare la crisi in atto.

Sono tanti gli addetti ai lavori, i commercialisti, gli imprenditori e i cittadini che stanno esprimendo, in mille forme, il proprio disagio. Tante testimonianze di privati e imprenditori che raccontano di grossi investimenti fatti e del timore di non ottenere alcun rimborso. In molti inoltre sottolineano i rischi che il provvedimento possa incentivare il sommerso: molte sono le risorse infatti che vengono inghiottite dal baratro dell’evasione fiscale, presente nel settore edilizio.

img_1600

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...