Sicurezza: i fatti e la propaganda di Palazzo Chigi

forzeordineIl Presidente del Consiglio presentando il provvedimento anti-stupri ha confermato candidamente che il Governo si e’ mosso “per il clamore suscitato dai recenti episodi”. Come a dire, insomma, che senza i titoli dei giornali non ci avrebbero perso molto tempo. Questa affermazione rivela più di tante parole l’atteggiamento con il quale la destra si muove in materia di sicurezza: più propaganda si fa, meglio e’.

Il pacchetto recentemente approvato e’ la dimostrazione di questo stile. In particolare le ronde vengono utilizzate come fumo negli occhi della gente esattamente come i militari in città qualche mese fa. Eppure anche in materia di sicurezza partecipata si potrebbe fare molto a patto che nessuno si metta in testa di sostituire lo Stato con il “fai da te”. Quando invece si pensano questi strumenti per supplire altre mancanze il rischio è alto. D

Da parte di un Governo prima di tutto ci si aspetterebbe una risposta forte a sostegno delle forze dell’Ordine e della certezza della pena. Ma proprio su questi fronti l’esecutivo Berlusconi non e’ per nulla credibile: in poco meno di dodici mesi ha tagliato soldi, personale e mezzi alle forze di sicurezza. Qualche esempio pratico? A Brescia sono stati tolti 35 agenti di Polizia insediati qualche anno fa con il Ministro Amato e altri 40 Agenti non verranno sostituiti nel prossimi triennio a causa del blocco delle assunzioni. A Milano ben 120 nuovi agenti municipali stanno ancora aspettando di entrare in servizio perché il Comune non trova i fondi necessari. E così purtroppo in tante realtà.

Si capisce bene allora la differenza tra la propaganda e la realtà dei fatti.

Maurizio Martina Segretario PD Lombardia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...