18/05/2009 – Alitalia: scelta disastrosa su Malpensa

AlitaliaScegliere Fiumicino come hub e penalizzare Malpensa, il suo business, le imprese, i lavoratori e i cittadini del Nord, è l’ultimo di una lunga serie di disastri.

Errori di Cai, ma soprattutto di questo Governo e dei suoi esponenti, in primis Bossi e Berlusconi. E’ il fallimento di quella destra che prima ha svenduto Alitalia e poi, in campagna elettorale, ha riempito muri, giornali e televisioni con slogan in difesa dell’aeroporto lombardo.

Hanno subordinato Malpensa alle opportunità di una sola compagnia aerea, hanno permesso a Cai il monopolio delle tratta Milano-Roma, non hanno fatto nulla per sbloccare la liberalizzazione degli slot e permettere ad altri vettori l’ingresso nel traffico aereo.

A pagare le conseguenze di questi errori clamorosi non è però il governo, ma i cittadini-consumatori.

Contro queste scelte disastrose i Democratici si mobilitano, a fianco delle imprese, dei cittadini, delle famiglie. E organizzano per oggi, giovedì 14 maggio 2009, un presidio di protesta. Appuntamento alle 17.30 davanti a Palazzo Marino, in Piazza della Scala.

“Quel che sta accadendo a Malpensa altro non è che l’epilogo del disastro delle scelte di Bossi e Berlusconi – dichiara il Segretario del PD Lombardia Maurizio Martina –  E’ il simbolo del fallimento di un governo che ha voltato le spalle agli interessi di Milano e della Lombardia”.

Rincara la dose Ezio Casati, segretario del PD metropolitano: “La Lega di Bossi ci parla sempre di presenza sul territorio – dice  ma insieme al Governo e al Comune stanno uccidendo le imprese e lo sviluppo della regione Lombardia”

‘Il governo venga a Malpensa – dice Filippo Penati, Presidente della provincia di Milano – venga al tavolo Milano per dire quali sono le prospettive concrete, quale ruolo il governo vuole giocare per l’aeroporto e per il nord’.

“La strategia del governo di destra relativa ad Alitalia ha penalizzato Malpensa – sottolinea il consigliere regionale PD Stefano Tosi – I voli si sono dimezzati e si sono azzerati il traffico di transito (da 2 milioni di passeggeri del 2008 al nulla previsto per il 2009) e tutto il traffico cargo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...